Cardinale Stanisław DZIWISZ: Giovanni Paolo II in anticipo sulla propria epoca
Kardynał Stanisław DZIWISZ

Kardynał Stanisław DZIWISZ

Giovanni Paolo II in anticipo sulla propria epoca

Negli anni della sua vita a Giovanni Paolo II si rimproverava spesso che avesse lo sguardo fissato nel passato, che non capisse il presente e non stesse al passo con il mondo. È vero che il suo ruolo nell’abolire il comunismo è stato diffusamente riconosciuto, tuttavia era opinione non rara che non fosse capace di ritrovare il proprio luogo nell’epoca della democrazia e del pluralismo, nel mercato globale delle idee, dove la Chiesa, alla pari con gli altri, doveva adoperarsi per attirare l’attenzione delle persone.

Chantal DELSOL: Il polacco che ci aprì gli occhi
Prof. Chantal DELSOL

Prof. Chantal DELSOL

Il polacco che ci aprì gli occhi

In realtà fu lui che, con la sua stessa presenza, affrontò ciò che lo storico François Furet chiamava “il fascino universale dell’Ottobre”. Il mio Paese, la Francia, impiegò molto tempo per comprendere il comunismo. Più di altri paesi occidentali, tranne forse l’Italia. Negli anni Settanta l’intellighenzia francese era ancora fortemente marxista o filomarxista, ed il Partito Comunista (PC) aveva una forte posizione. Si era spesso sentito dire che L’Archipelago GULag fu in realtà scritto dalla CIA… Le ragioni di ciò…

Prof. George WEIGEL: Giovanni Paolo II - uno dei grandi liberatori
Prof. George WEIGEL

Prof. George WEIGEL

Giovanni Paolo II - uno dei grandi liberatori

Giovanni Paolo II insistette a collegare la vera libertà umana alla verità, soprattutto alla verità morale. Vivere nella verità era necessario per lui per vivere una vita nobile in libertà