Prof. Aleksander SURDEJ: Il mercato azionario nel capitalismo in una società solidale Prof. Aleksander SURDEJ: Il mercato azionario nel capitalismo in una società solidale

Il mercato azionario nel capitalismo in una società solidale

Durante 30 anni, la Borsa di Varsavia ha assistito e partecipato alla ricreazione di un mercato dei capitali nel centro dell’Europa. La sua apertura nel 1991 nell’ex edificio del partito comunista simboleggiò il rifiuto del comunismo e la scelta di un sistema economico capitalista.

.Umiliati dalla mancanza di libertà politica e dallo spreco dell’economia comunista, i popoli dell’Europa centrale nel 1989 optarono inequivocabilmente per un’economia privata di mercato, il cui acronimo è capitalismo. Dopo 30 anni, l’opinione prevalente è che questa sia stata una buona scelta, come dimostra il posto marginale nel panorama politico dei partiti che negano i principi dell’economia di mercato.

L’alta approvazione dell’imprenditorialità, della concorrenza di mercato e del capitale finanziario è accompagnata dalla consapevolezza che il capitalismo è un sistema economico complesso e in evoluzione e che la sua efficienza dipende dalla completezza e dalla qualità delle sue istituzioni di base.

Fin dall’inizio dell’economia di mercato emergente in Polonia e in altri Paesi dell’Europa centrale, il mercato azionario è stato un’importante istituzione economica. La sua apertura in Varsavia nel 1991 nell’ex edificio del partito comunista simboleggiò il rifiuto del comunismo e la scelta di un sistema economico capitalista.

La borsa non era solo un simbolo, ma divenne uno strumento per la privatizzazione delle imprese statali, sia in Polonia che nella Repubblica Ceca o in Ungheria. All’epoca, la quotazione in borsa era anche un’opportunità per riorganizzare i pigri colossi statali, implementare procedure più efficienti e rendere gli affari più dinamici.

Negli ultimi anni, tuttavia, la Borsa di Varsavia si è evoluta da una borsa dominata da grandi aziende ex statali a una aperta alle piccole e medie imprese. Sono queste le aziende che hanno bisogno di finanziamenti azionari per accelerare la loro crescita.

Riducendo il costo di quotarsi in borsa e di avere azioni aziendali scambiate pubblicamente, la Borsa di Varsavia ora elenca circa 500 aziende, comprese molte piccole e medie imprese. Anche le imprese familiari – società costituite e possedute per almeno il 25 per cento da persone imparentate – sono quotate nella borsa polacca.

La Borsa di Varsavia e l’Autorità di vigilanza finanziaria stanno lavorando insieme per costruire e mantenere la fiducia nell’integrità del trading di borsa. I regolamenti del mercato dei capitali polacco sono completamente conformi ai regolamenti dell’UE. La fiducia nelle istituzioni del mercato dei capitali polacco è confermata dal fatto che oltre 1,5 milioni di polacchi hanno un conto di investimento e investono parte dei loro risparmi in strumenti del mercato dei capitali.

La strategia di sviluppo del mercato dei capitali del governo, adottata nel 2019, vede il rafforzamento degli effetti del mercato dei capitali come uno strumento importante per creare le condizioni per una crescita sostenibile del reddito dei polacchi.

Riducendo le barriere all’espansione del mercato dei capitali, le aziende innovative otterranno un finanziamento aggiuntivo che accelera la loro crescita e porta agli investitori un interesse nel loro successo aziendale. Viene ridotta la dipendenza del finanziamento degli investimenti delle aziende dai prestiti bancari, la cui disponibilità e i cui costi dipendono dalle attività detenute come garanzia – rendendo così il credito troppo costoso o del tutto inaccessibile per i progetti a più alto rischio. Di conseguenza, ciò favorisce un aumento dell’innovazione nell’economia polacca.

Lo sviluppo del mercato dei capitali crea anche incentivi al risparmio per i cittadini medi che, avendo familiarizzato con il rischio, capiscono la relazione fondamentale per un’economia di mercato: più alto è il rischio, più alto è il tasso di rendimento atteso. Un maggior numero di investitori individuali e una maggiore liquidità incoraggiano l’orientamento a lungo termine degli investimenti in strumenti del mercato azionario – stanno quindi diventando un percorso per molte persone per creare una sicurezza complementare per la vecchiaia e altri rischi della vita.

.Un mercato dei capitali efficiente è un elemento dell’ordine economico creato dal governo polacco, in cui l’investimento nel mercato azionario è coerente con il principio della responsabilità individuale per le condizioni di vita – un principio che viene attuato in condizioni di equità normativa e solidarietà sociale.

Aleksander Surdej

Materiale protetto da copyright. Ulteriore distribuzione solo su autorizzazione dell'editore. 08/10/2021

Magazyn idei "Wszystko Co Najważniejsze" oczekuje na Państwa w EMPIKach w całym kraju, w Księgarni Polskiej w Paryżu na Saint-Germain, naprawdę dobrych księgarniach w Polsce i ośrodkach polonijnych, a także w miejscach najważniejszych debat, dyskusji, kongresów i miejscach wykuwania idei.

Aktualne oraz wcześniejsze wydania dostępne są także wysyłkowo.

zamawiam